«Premi cassa malati alle stelle» newsSocialiste – n°34, 6 ottobre 2017

Premi cassa malati alle stelle: è urgente agire!

9379f50c-3b26-4b71-b6f3-68b393233c4b

Ancora un aumento dei premi cassa malati che in Ticino aumenteranno fino al 5%. Una situazione insostenibile e un peso dei premi cassa malati che erode sempre di più il reddito disponibile delle economie domestiche. È urgente agire! Questa situazione prova che la concorrenza e la privatizzazione fanno aumentare i costi della salute e i premi cassa malati.
La santità fa parte del servizio pubblico. Gli attori del servizio pubblico – e questo vale anche per la sanità – vanno inseriti in un’ottica di economia a lungo termine, un’economia sostenibile. Il Partito Socialista difende le conquiste sociali e il servizio pubblico; denuncia perciò l’imperante liberalizzazione e le privatizzazioni nel settore che stanno avendo un violento impatto sulle risorse finanziarie della popolazione.

Il PS sta quindi elaborando l’iniziativa per limitare il peso dei premi cassa malati al 10% del reddito disponibile, come deciso dall’Assemblea dei delegati dello scorso 24 giugno, a Friburgo.

Ci vogliono anche delle misure per contenere al più presto l’aumento dei costi della salute:

  1. Dei criteri più chiari nella pianificazione ospedaliera
  2. Una migliore regolamentazione del settore ambulatoriale
  3. Evitare il consumo in eccesso di terapie o analisi molto costose
  4. Favorire le reti di cura integrate con maggiore cooperazione
    tra i professionisti della salute
  5. Evitare le prestazioni non necessarie o inutili

Un preventivo macchiato di rosso

5945796b-7e7c-4866-94a9-d0cf90c9154d

In un articolo da leggere, Ivo Durisch – Capogruppo PS al Gran Consiglio, presenta le buone ragioni per pensare che chi ha dipinto una situazione catastrofica per attuare la manovra di rientro e i tagli, non l’abbia raccontata giusta.
Il preventivo 2018 ha le cifre in nero, ma è macchiato di rosso.
3 anni di risparmi alla politica sociale cantonale per un totale di circa 50 milioni di franchi. Tagli alla politica famigliare e ai sussidi cassa malattia che hanno toccato la carne viva delle fasce più fragili della popolazione. Il rigore contabile, che ha portato a questo utile, non solo ha ridotto ai minimi termini la politica famigliare, ha anche bloccato le misure già previste per il reinserimento professionale, come l’aiuto ai disoccupati di lungo corso.

Bisogna investire nella formazione garantendo prestiti e borse di studio, bisogna investire nel territorio e nel paesaggio favorendo la creazione di spazi pubblici di qualità e la tutela degli spazi verdi, bisogna investire nel trasporto pubblico per offrire una reale e attrattiva alternativa al mezzo privato. Con un valore a bilancio sottostimato (a seguito della politica molto robusta di autofinanziamento fatta da decenni con elevati tassi di ammortamento) del parco immobiliare sia dello Stato, che degli enti pubblici, come ad esempio l’Ente ospedaliero cantonale, nemmeno la scusa del capitale proprio negativo regge più. Insomma ci sono buone ragioni per pensare che chi lo scorso anno voleva dipingerci una situazione catastrofica, e ha chiamato in causa il freno al disavanzo, non ce l’abbia raccontata giusta.

Iniziativa 99% : sgravare i salari, tassare equamente il capitale

50b449e9-8e73-4208-a17d-a6fcd2a1a84a

L’1% della popolazione svizzera possiede più del 40% della ricchezza di tutto il Paese. Una situazione iniqua e ingiusta. La Gioventù socialista svizzera (Juso Schweiz) ha lanciato l’ Iniziativa 99%con cui si vuole tassare maggiormente l’1% dei più ricchi in Svizzera per ridistribuire la ricchezza a chi ha redditi medio-bassi.
Grazie ai loro patrimoni, l’1% più ricco beneficia infatti di redditi da capitale nella forma di dividendi, affitti e tassi d’interesse, senza però dover fornire in cambio una controparte lavorativa. Diventano ancora più benestanti solo perché solo già ricchi. Ma da dove provengono questi redditi? Il capitale non produce beni, non cura gli anziani e non crea nuove tecnologie. Detto in parole povere: Il denaro non lavora – le persone sì.
Il lavoro dell’99% della popolazione è necessario affinché i grandi azionisti possano intascarsi quei soldi. L’iniziativa 99% vuole ridare i soldi a coloro che hanno prodotto questa ricchezza, così che noi salariati abbiamo nuovamente più denaro per vivere.
Ricordiamo infine che la povertà in Svizzera tocca più di 500’000 persone e che il tasso di rischio povertà in Ticino è oltre il 30%!

 

Scandalo ‘Argo 1’: fondamentale la Commissione parlamentare d’inchiesta

127839f8-29ca-43fc-9bf5-7a7b05063bf9

Paolo Beltraminelli non farà un passo indietro: ne abbiamo preso atto e abbiamo comunicato la nostra insoddisfazione. Non è soddisfacente, nemmeno, che il Consiglio di Stato abbia deciso di non allargare l’inchiesta amministrativa, bensì d’incaricare un perito esterno per analizzare una parte dei problemi. Questa frammentazione degli accertamenti dimostra la necessità di una CPI sufficientemente dotata di mezzi e di risorse per approfondire la componente politica dell’intera vicenda. Ribadiamo quindi l’importanza d’istituire, senza esitazioni, una Commissione parlamentare d’inchiesta.

Fine settimana di formazione a Largario: 21 – 22 ottobre

a7ecf9d0-87d3-48f6-8f6f-e7a01fa0a88c

Manifestazione, 14 ottobre: “Insieme per i diritti di tutti e tutte”

36facc8a-96c0-4bb6-9b49-9eb88126bbcb

Comitato cantonale: 18 ottobre – Bellinzona, Casa del Popolo

 

Ai membri del Comitato cantonale del PS

Care compagne, cari compagni,
siete invitati a partecipare alla riunione del Comitato cantonale che si terrà

mercoledì, 18 ottobre 2017 alle ore 19.45 a Bellinzona,
presso la Casa del Popolo

i verbali e la convocazione sul sito www.ps-ticino.ch

Conferenza “Gramsci e Rosselli: due scelte rivoluzionarie”

f9133d70-8545-4ef1-9c13-043a1531b2ee

Festival “Scrittori e Musica”: domani, a Lugano

25354ae1-658e-4de5-8810-e6bb1455b558

Versione della newsletter in pdf

2da5a7d8-5bd7-46cf-b4d8-9e58b5cde052

clicca >>> leggi, scarica, stampa newsSocialiste n°34 – 8 ottobre 2017

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...