«La PV2020 in favore dei piccoli salari» newsSocialiste – n°32, 8 settembre 2017

Domani, a Lugano: incontro con Alain Berset

468d75bd-eab9-4a78-b748-d9f7384fe582

Comitato cantonale del 6 settembre: Corinne Sala e Laura Riget nuove copresidenti

f450dc3a-31e2-4782-aa01-5c563d8438eb

Clicca e leggi com’è andata:

Votazioni del 24 settembre: degli oggetti importanti

cc2b94e0-068c-4170-b386-24a669584e9a

95d7c7b5-ea8b-4eb3-809e-a30e6c6d0c13

NO alla malacivica

Insegnare e apprendere la civica come materia separata è un’idea antiquata e controproducente. Nella formula proposta, questa disciplina non è più insegnata in molti Stati democratici. Per rendere più efficace il suo insegnamento, in vari Cantoni svizzeri la civica da tempo è stata incorporata nell’insegnamento di altre materie. Da più parti viene segnalato che l’insegnamento dell’educazione civica come materia a sé stante non determina necessariamente un miglioramento delle competenze degli studenti. Lo studio Supsi Cittadini a scuola per esserlo nella società (febbraio 2012), al quale si sono ispirati i promotori dell’iniziativa, sconsiglia esplicitamente questa soluzione. Diciamo NO alla modifica della Legge della scuola il 24 settembre.

SÌ alla Sicurezza alimentare
La modifica costituzionale proposta intende rafforzare l’orientamento attuale della politica agricola. Il testo chiede che la Confederazione agisca attivamente per potenziare l’approvvigionamento della popolazione con derrate alimentari prodotte a livello locale e in modo sostenibile. L’interconnessione tra produzione, distribuzione e commercio su scala locale favorisce sia una migliore tracciabilità dei prodotti sia una migliore qualità accessibile ai consumatori. Si tratta di favorire una produzione adeguata al mercato, affinché lo spreco venga ridotto alla base puntando sulle sue potenzialità.

SÌ a un finanziamento solidale
Il Gran Consiglio ha accolto il controprogetto all’iniziativa «Uno per tutti, tutti per uno». Il testo indica che Cantone e Comuni devono collaborare per garantire la dotazione di servizi, in particolare in materia di strutture scolastiche e prestazioni sociosanitarie. La modifica costituzionale è fondamentale per definire le responsabilità degli Enti pubblici nell’adempimento dei compiti e per difendere i diritti della popolazione nei comuni meno forti.

PS60+ e la Previdenza vecchiaia 2020

cbce959f-f58a-48ad-a71a-793f702b30aa

Carlo Lepori, Deputato PS al Gran Consiglio e Copresidente PS60+
«Per i pensionati la PV2020 presenta punti interessanti: le regole per le rendite AVS rimangono invariate e il tasso di conversione per la Cassa pensione rimane fissato al valore attuale! Siamo ancora lontani dall’obiettivo costituzionale secondo il quale «la previdenza professionale, insieme con l’assicurazione vecchiaia, superstiti e invalidità, deve rendere possibile l’adeguata continuazione del tenore di vita abituale». Continueremo dunque a lottare per l’obiettivo deciso da PS60+ di una rendita complessiva di almeno 4000 franchi al mese.»

PLR e UDC vogliono farci lavorare fino a 67 anni!

031d7988-6eaa-42a3-a227-c9494f70ef83

La conferma palese di cosa PLR e UDC abbiano sempre voluto per la riforma Previdenza 2020: aumentare l’età di pensionamento a 67 anni e indebolire il primo pilastro (AVS), ossia le pensioni di tutti e di tutte, per rafforzare il secondo pilastro, ovvero le pensioni di alcuni.
clicca qui e guarda

(Il dibattito completo): http://bit.ly/2wHhmrq

a6b7cabe-f5d6-4b15-b248-a88c79fcc05a (1)

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...