PS Informa numero 39, 11 novembre 2016

img_0198-3-1024x765

Referendum: i Ticinesi voteranno

Le firme per i referendum “No allo smantellamento dello Stato sociale” sono state raccolte e depositate lunedì 7 novembre alla Cancelleria dello Stato:

  • No al peggioramento dell’assistenza e cura a domicilio – 9’763 firme
  • No alla riduzione delle prestazioni sociali – 9’630 firme
  • No a tagli alla giustizia – 8’787 firme

I Ticinesi saranno dunque chiamati a votare le misure e i tagli supplementari decisi dall’attuale maggioranza in Parlamento che mettono a repentaglio il principio di solidarietà su cui è fondato il nostro Paese.

L’articolo su PS-Ticino.ch

 

Tassa sul sacco e CCL per gli enti: due vittorie14947401_10210959834617701_3338118529675338827_n

La tassa cantonale sul sacco è stata approvata dal Gran Consiglio con 45 voti favorevoli grazie alla perseveranza del PS e al sostegno dei Verdi, di Montagna Viva, del MPS-PC e del PLR. Questo vittorioso responso mette la parola fine a un lungo dibattito cominciato con l’Iniziativa parlamentare del
19 ottobre 2009 presentata nella forma elaborata da Manuele Bertoli e cofirmatari (ripresa da Ivo Durisch).

Gli enti beneficiari di contratti di prestazione saranno vincolati a un contratto collettivo di lavoro (CCL). Con 36 voti favorevoli il blocco PS, PPD, Verdi, Mps, PC, Montagna Viva a cui s’è aggiunto qualche franco tiratore ha sconfitto lo schieramento borghese che ha cercato di opporsi, senza riuscire nell’intento, a questa importante mozione parlamentare.

 

Premi casse malati: un passo in avanti

Al fine di contralevoluzione-dei-premi-cassa-malatistare il continuo aumento dei premi cassa malati, la Commissione della sicurezza sociale e sanità del Consiglio Nazionale ha deciso di compiere un passo in favore delle famiglie. I premi per i minorenni che vivono in economie domestiche con un reddito medio-basso dovranno essere ridotti almeno dell’80% invece dell’attuale 50%.
I premi dei giovani adulti in formazione vanno ridotti almeno del 50%.

A fronte degli aumenti dei premi annunciati per il 2017 (in media del 5,7%), questo passo – che il Partito Socialista ha sempre voluto – va nella buona direzione ma non basta. Ci vogliono ulteriori misure per frenare il continuo aumento dei costi dovuti alle politiche di liberalizzazione del settore sanitario e al rafforzamento del settore privato in ambito ospedaliero.

 

Gli arrestati dal regime Erdogan devono essere liberati

5026228_6_a0a8_place-en-detention-preventive-le_f6f597970a9651d71b7d241cc08d8f90Su iniziativa del Gruppo Socialista, una lettera aperta sottoscritta da 67 deputati del Gran Consiglio (primo firmatario Ivo Durisch, Capogruppo PS) è stata inviata al Consiglio Federale e alla Presidenza delle Camere federali affinché esigano la liberazione immediata dei politici membri del partito filocurdo Hdp, il Partito democratico dei popoli, arrestati in Turchia dal regime di Erdogan e che ad oggi sono ancora imprigionati.

I 67 deputati ticinesi chiedono che le Istituzioni federali si rendano parte attiva per mettere fine alla censura e alla violazione dei diritti umani in Turchia.

Il comunicato stampa

L’uscita dal nucleare creerà lavoro

csm_201609_siuscitanucleare_71b6e0b336-2L’uscita pianificata dal nucleare genererà tra i 5’000 e i 6’000 posti di lavoro. Lo afferma uno studio dell’Istituto superiore scientifico di gestione dei servizi di Wädenswil (Zhaw), reso pubblico dalla Società svizzera dell’energia (Ses).
Nella campagna riguardo all’iniziativa sull’uscita pianificata dal nucleare, in votazione il prossimo 27 novembre, le prospettive economiche dell’uscita pianificata dal nucleare sono raramente citate a causa, soprattutto, del peso delle lobby favorevoli al nucleare che cercano di occupare il terreno dell’opinione pubblica grazie ai grandi mezzi di cui dispongono.

Questo studio fa dunque emergere un punto importante: l’uscita dal nucleare non solo è fattibile, ma permetterà un incremento delle energie rinnovabili e dei posti di lavoro a esse legate in particolar modo, sempre secondo lo studio dello Zhaw, nel campo del fotovoltaico.
Un motivo supplementare per votare Sì, il 27 novembre, all’uscita pianificata dal nucleare

Lo studio dell’istituto Zhaw

 

Una lezione per voltare pagina

m_bad4-2Il risveglio di mercoledì 9 novembre è stato segnato dalla notizia che non solo ha marcato la settimana, ma che rischia anche di incidere nel destino del mondo durante i prossimi anni: Donald Trump è stato eletto Presidente degli Stati Uniti.
In un interessante articolo pubblicato dalla Regione, Anna Biscossa traccia un bilancio che è pure un monito per la sinistra e per l’area progressista.

La lucida analisi proposta da Anna Biscossa non cede né a facili allarmismi né ad alcuna banalizzazione. «L’effetto immediato – scrive – sarà che questa scelta spalancherà la porta e spianerà le strade a tutti i populismi, i razzismi e le scelte di chiusura che si stanno da tempo manifestando nei diversi Paesi del mondo». «Abbiamo peccato di arroganza, aggiunge la ex-presidente del PS, pensando di poter influenzare, regolare e farci amico il mercato globale».

Secondo Anna Biscossa bisogna rimboccarsi le maniche e riprendere l’azione politica progressista partendo dai suoi pilastri fondamentali : la redistribuzione della ricchezza – che è una responsabilità politica – la proposta di progetti concreti e credibili e il coraggio di raccontare la verità con decisione e perseveranza al fine di contrastare il discorso di una destra populista che accentua le paure e le incertezze della popolazione che, a questo discorso, infine finisce per crederci.

L’articolo di Anna Biscossa

 

comitatofoto-520x245-2

Comitato cantonale il 16 novembre 2016

Il Comitato cantonale del PS Ticino è convocato per mercoledì 16 novembre 2016 alle ore 19.45 presso la Casa del Popolo, a Bellinzona.

L’ordine del giorno

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...