PS Informa numero 17, 28 aprile 2016

grandimanovre

Grandi manovre sulla pelle della popolazione

Due giorni fa il Consiglio di Stato ha presentato una “manovra finanziaria di rientro” per il triennio 2017-2019. Come prevedevamo, la manovra contiene parecchi risparmi. Come temevamo, molti, anzi troppi risparmi si fanno sulla pelle della popolazione, specie delle sue fasce più fragili. In particolare, quasi il 60% delle misure di contenimento va a toccare il DSS. In parte si tratta di previsioni di tendenza. Ma che accadrà se quelle previsioni si riveleranno sbagliate? Non c’è affatto di che stare tranquilli.

Certo, esiste un deficit strutturale. Ma per superarlo bisogna anzitutto investire nel futuro del Cantone: promuovere l’insediamento di centri d’eccellenza nella ricerca, migliorare l’accesso al credito delle piccole e medie imprese, favorire le opportunità d’accesso ai mercati delle aziende residenti, investire nelle infrastrutture, nell’educazione e nella formazione, nella conciliabilità fra lavoro e famiglia. Costi? Niente affatto: invetismenti, invece. La politica di questo Cantone deve smetterla di dedicarsi al piccolo cabotaggio e dedicarsi invece alla navigazione in alto mare, sapendo guardare lontano.

Nei giorni scorsi, in previsione di questa manovra, abbiamo pubblicato un documento di riflessione e di proposta che è sempre attuale e merita di essere letto e discusso.

Il comunicato stampa

Il documento


Non c’è democrazia senza trasparenza

Quanto costa la politica? E da dove arrivano quei soldi? Chi finanzia davvero cartelloni, banner, spot televisivi? Belle domande. Senza risposta, finora. Perché in Svizzera la legislazione è opaca e non costringe partiti e comitati a dichiarare i costi e le fonti di finanziamento. Dove c’è una legislazione cantonale, come in Ticino, di fatto non viene applicata. Risultato: buio pesto e potere occulto in mano alle lobby, che grazie al denaro possono influenzare decine di migliaia di voti.

Ora però un comitato interpartitico ha lanciato un’iniziativa che chiede trasparenza a condizioni ben precise. E il Partito Socialista e la GISO la appoggiano senza riserve, partecipando alla raccolta delle firme. Affinché si possa votare sapendo chi c’è dietro ogni campagna.

Il comunicato stampa

Il formulario


leggeasilo

Sì alla revisione della Legge sull’asilo

Più semplice, più rapida, nell’interesse di tutti: la revisione della Legge sull’asilo porterà solo benefici. Infatti la rapidità nello smaltimento delle pratiche avrà ricadute positive per gli asilanti, che riceveranno un responso in temi brevi senza essere costretti a rimanere per molti mesi e perfino per anni in un limbo di incertezza, per lo Stato di diritto, perché verrà garantita la tutela giuridica delle persone, e anche per le casse dello Stato, perché finora la farraginosa procedura attuale ha provocato costi inutili per la Confederazione, i Cantoni e i Comuni.

Il referendum contro questa legge, lanciato dall’UDC, è solo un modo per strumentalizzare un problema sociale, senza però proporre delle soluzioni efficaci e praticabili. Per questo è essenziale sostenere la nuova Legge e votare No il 5 giugno.

Sul sito del Partito Socialista stiamo raccogliendo tutta la documentazione sulla nuova Legge in uno spazio che nelle prossime settimane verrà aggiornato con regolarità.

L’argomentario e la documentazione 


1maggio

1. Maggio: 4 giorni di eventi

Prendono avvio proprio oggi, 28 aprile, gli eventi che ci porteranno al 1. Maggio: un festival dei popoli e dei lavoratori e uno spazio di incontro e di condivisione. Il denominatore comune sarà la difesa del “bene comune”, declinato in tutte le possibili sfumature in questa società nella quale sembra prevalere solo l’individualismo. Anche alle manifestazioni tradizionali, come i discorsi sindacali, il corteo e il pranzo, troverà spazio un ampio spettro di altri eventi: concerti, cabaret, spettacoli teatrali, proiezioni cinematografiche, dibattiti. Un’occasione da non perdere assolutamente.

Il programma completo


Infovotazioni: è uscito il n. 20

Il 5 giugno ci troveremo a votare su ben 9 temi. Siccome Infovotazioni non può e non deve essere solo una raccolta di slogan, ma deve offrire spiegazioni approfondite per votare con consapevolezza, il n. 20 che viene distribuito in questi giorni ha ben 8 pagine, nelle quali ogni tema viene discusso e l’indicazione di voto viene argomentata con dovizia di particolari. In versione PDF Infovotazioni è scaricabile dal sito del Partito Socialista.

Infovotazioni


87confronti01

Confronti: è uscito il n. 87, maggio 2016

Viene distribuito questa settimana il numero di “Confronti” di maggio.

Dopo l’editoriale di Françoise Gehring dedicato al 1. Maggio, l’argomento centrale del numero è la manovra da 180 milioni, che non sarà né semplice né indolore e per la quale vengono proposte le riflessioni del ministro Manuele Bertoli e del capogruppo socialista in Gran Consiglio Ivo Durisch.

Seguono due articoli su temi ambientali. Il primo, ancora di Ivo Durisch, notoriamente molto sensibile e attivo in quest’ambito, affronta le questioni aperte su scala cantonale dopo l’accettazione del raddoppio del tunnel del Gottardo. Il secondo, a firma di Matteo Buzzi, solleva ancora la spinosa questione nazionale dello sfruttamento dell’energia nucleare dopo che si è smorzata la grande paura seguita alla catastrofe di Fukushima.

Altra grande emergenza internazionale: le migrazioni. Siamo alla viglia del voto importantissimo sulla nuova Legge sull’asilo ed è indispensabile mantenere alta l’attenzione sul problema. Mario Amato, giurista del SOS Ticino, descrive il vergognoso accordo fra l’Unione europea e la Turchia, scritto sulla pelle di migliaia di persone in fuga dalle guerre e dalle persecuzioni.

Il proibizionismo ha ancora senso? Se lo chiede Fabrizio Sirica, che fa il punto su una politica di apertura, che però ha investito soprattutto su una repressione inefficace. Un’altra soluzione è possibile? Sirica ne è convinto e intende proseguire nell’opera di informazione promossa da un comitato interpartitico.

Da ultimo, una retrospettiva storica sulla Festa del Ceneri, che quest’anno si svolgerà il 12 giugno.

Il numero di maggio di “Confronti” ospita pure l’inserto di 8 pagine Infovotazioni.

L’editoriale


Indicazioni di voto

La prossima occasione di voto è prevista per il 5 giugno. Sono ben 9 i temi sui quali saremo chiamati a esprimerci. Temi sui quali il Partito Socialista, dopo un dibattito molto approfondito e spesso vivace, ha formulato le indicazioni di voto seguenti:

  • per la modifica della legge sull’Ente Ospedaliero Cantonale, No,
  • per l’iniziativa popolare “Giù le mani dagli ospedali”, Sì,
  • per la modifica della legge sui trasporti pubblici, Sì,
  • per l’iniziativa popolare “Rafforziamo la Scuola Media – Per il futuro dei nostri giovani”, Sì,
  • per l’iniziativa popolare “A favore del servizio pubblico”, No,
  • per l’iniziativa popolare “Per un equo finanziamento dei trasporti”, No,
  • per la modifica della legge sull’asilo, Sì,
  • per la procreazione con assistenza medica, Libertà di voto
  • per il reddito di base incondizionato, Sì

Infovotazioni, con l’argomentario completo