PS Informa numero 11, 18 marzo 2016

officinebellinzona

Solidarietà con le Officine

Ci riprovano. Ma noi non lasceremo che le Officine siano smantellate. Ci riprovano, in modo più subdolo: togliendo lavori già assegnati, evitando di assegnarne di nuovi. Ci riprovano, violando così la parola data. Ma noi non glielo permetteremo: se sarà necessario, scenderemo in piazza ancora e ancora e ancora. Per cominciare partecipando tutti insieme domani, sabato 19 aprile, alla festa in pittureria. E firmando la petizione che chiede che le FFS rispettino gli accordi presi e che il Consiglio di Stato si attivi e si faccia garante.

Il lavoro deve tornare alle nostre Officine. Le nuove sfide di AlpTransit devono trovare spazio nelle nostre Officine. Il Centro di competenze deve essere rilanciato e i posti di lavoro devono essere salvaguardati. Le nostre Officine non si toccano.

La petizione

Il comunicato stampa


docente

Siamo con i docenti

Il 23 marzo i docenti si mobiliteranno a favore della formazione. Lo fanno sempre, ovvio: ogni giorno di lavoro per un docente è un giorno di impegno per la formazione. Ma mercoledì prossimo lo ribadiranno con una decisione significativa: il rifiuto di un congedo pagato e l’organizzazione delle porte aperte delle scuole. Perché con la formazione di oggi si costruisce il futuro del Paese di domani: il futuro economico, sociale, civile che sarà in mano alle prossime generazioni, che oggi siedono sui banchi e che domani dovranno essere cittadini colti, critici, informati, solidali.

Purtroppo questa lapalissiana verità sembra non essere nell’orizzonte di chi concepisce la formazione non come un investimento ma solo come una fonte di spese. E taglia di qua, elimina risorse di là, precarizza, rinvia misure importanti. Come la diminuzione del numero di studenti per classe. A farne le spese sono il servizio pubblico e, ça va sans dire, chi ci lavora, ossia i docenti. E allora vai con la mannaia: contributi di solidarietà, blocchi degli scatti di anzianità, soppressione totale o parziale del carovita, abolizione dell’indennità di economia domestica. Tutte decisioni alle quali noi ci siamo opposti, spesso da soli, in tutte le sedi istituzionali.

Beh, viene il momento di un sussulto di dignità. Viene il momento di dire “Basta”. Ecco, il 23 marzo sarà quel momento. E noi saremo con i docenti.

Il comunicato stampa 


comitatocantonale3

Comitato cantonale

Mercoledì 23 marzo alle 19.45 a Lugano in via Besso 13, presso l’Aula magna della Scuola elementare, si terrà il Comitato cantonale del PS Ticino. I temi sul tavolo sono importanti. Anzitutto la discussione della presa di posizione del PSS sui rapporti con l’Unione europea. E poi le indicazioni di voto per l’iniziativa popolare legislativa elaborata “Rafforziamo la Scuola Media. Per il futuro del nostri giovani”, per il referendum contro la legge sull’EOC, per l’iniziativa popolare generica “Giù le mani dagli Ospedali”.

La convocazione, l’Ordine del giorno e la documentazione 


 

Il soffitto di cristallo, anche nei Comuni

Il 10 aprile voteremo ancora. E ancora, purtroppo, ci sarà il pericolo che la rappresentanza istituzionale veda la solita discriminazione di genere: troppo poche donne elette. Una discriminazione che ritroviamo a ogni livello istituzionale e che, oltre a essere ingiusta, non è nemmeno sana per il Paese. Per questo, ancora una volta, è importante votare e far votare candidate donne, beninteso con una speciale considerazione per le persone che militano nelle liste dell’area progressista. L’importanza del voto a candidate donne può essere apprezzata grazie alla documentazione offerta dal progetto “Votate donne”.


C’è sempre bisogno di una casa decente per tutti

Gli ultimi mesi sono stati frenetici: prima le elezioni federali, poi il ballottaggio, poi gli importanti temi in votazione in febbraio… e fra una cosa e l’altra alcune campagne sono state un po’ trascurate. Fra queste, ricordiamo l’iniziativa sull’alloggio, che chiede più abitazioni a prezzi accessibili, in un mercato purtroppo inquinato dalla speculazione. La raccolta firme è sempre attiva e il formulario può essere scaricato dal nostro sito.