Il danno e la beffa

CassaMalatiPorcellino

Pensavate di pagare tanto per la cassa malati? Pensavate che il 4,3% in più sui premi per il 2016 fosse già una bella legnata? Ecco, non basta: vi toccherà sborsare ancora altri 33 franchi all’anno. Perché? Semplice: per ripianare i premi di troppo pagati in alcuni Cantoni negli anni scorsi. Vi sembra strano, perché il Ticino è proprio uno dei Cantoni disgraziati che hanno pagato troppo? Ebbene, è proprio così: i Ticinesi devono pagare… per finanziare il danno subito da loro stessi!

Il quadro generale è fosco. Anche perché la legge sulla vigilanza delle casse malati, che era stata presentata come un’efficace misura alternativa quando si era trattato di votare sulla cassa malati unica, è stata annacquata e snaturata. La lobby delle casse malati tira le briglie e a Palazzo federale i suoi tirapiedi ubbidiscono.

Insomma, non c’è alcuna trasparenza. Paghiamo ma non sappiamo come vengono usati i soldi dei nostri premi. Non possiamo controllare. E il Governo non fa nulla di nulla. L’unica vera soluzione possibile sarà sempre la cassa malati pubblica.

Ecco perché con un’interpellanza la nostra granconsigliera Gina La Mantia chiede che il Consiglio di Stato ticinese intervenga sulle casse malati, sull’Ufficio federale della sanità pubblica e sul Dipartimento federale degli interni.

Il comunicato stampa del PS Ticino

Il comunicato stampa del PSS