1. Maggio

Nonostante il meteo sfavorevole, era nell’ordine del migliaio il numero dei partecipanti al corteo del 1. Maggio a Lugano, che è stato preceduto da un appuntamento quasi altrettanto frequentato ad Arbedo, dove ha preso la parola la consigliera nazionale Marina Carobbio Guscetti, in difesa dei lavoratori e delle lavoratrici.

Questa vasta partecipazione è indizio di un bisogno profondo di equità, di solidarietà, di rispetto per le persone, per il lavoro, per l’ambiente. Poi, certo, c’è il voto del 19 aprile. Quello però è un fatto contingente, che nulla cambia di fronte alla necessità sentita di giustizia. Il popolo progressista esiste, si riconosce, sa farsi sentire.