Esito del comitato cantonale

20150429comitatocantonale

È stato un confronto non facile ma schietto e leale sull’esito del voto del 19 aprile, quello di mercoledì sera nel Comitato cantonale.

Il Comitato si è aperto con la presentazione del documento elaborato dalla Direzione ed è proseguito con le riflessioni di Manuele Bertoli. Sono poi seguiti molti interventi, anche accesi, improntati a una chiara e schietta analisi della sconfitta. Si è parlato del ruolo dei giovani, sulla collaborazione con le sezioni, sul sostegno alla libera circolazione delle persone, sulla scelta dei candidati, sui temi privilegiati o ignorati durante la campagna, sull’attenzione per il lavoro indipendente, sull’efficacia della comunicazione, sul profilarsi del Partito più o meno a Sinistra. Sono emerse molte idee, posizioni, critiche, autocritiche, progetti, intenzioni.

Al termine del confronto, Carlo Lepori ha presentato la posizione della Direzione sulle dimissioni presentate da Saverio Lurati: in sostanza, la Direzione ha chiesto al presidente di mantenere il proprio incarico fino al 31 dicembre, perché la responsabilità dev’essere considerata collettiva. Ne è seguita una discussione animata e poi il Comitato ha deciso ad ampia maggioranza di rinnovare la fiducia a Saverio Lurati, che comunque ha deciso di prendersi ancora qualche giorno di riflessione.

Gli impegni dei prossimi mesi saranno onerosi e difficili. A breve termine ci aspettano il voto su molti temi importanti federali e cantonali il 14 giugno, a medio termine le elezioni federali del 18 ottobre, che richiederanno il massimo impegno per aumentare la presenza della Sinistra nella deputazione ticinese, rappresentata ora solo da Marina Carobbio Guscetti, e infine l’anno prossimo le elezioni comunali.