14 giugno: lo studio sia un diritto per tutti

IF

Alcuni dei temi sottoposti al voto il 14 giugno prossimo toccano da vicino i nostri valori e i nostri princìpi. Del voto sulle eredità milionarie abbiamo detto la settimana scorsa. Ora qualche riga la dedichiamo alle borse di studio.

Non tutti gli studenti e le studentesse sono uguali di fronte alla possibilità di accedere agli studi. Gode di un vantaggio chi vive in una città che ospita un’università. Mentre chi vive in periferia deve per forza trasferirsi, con tutte le spese che questo comporta. Chi è benestante non ha molti problemi, ma per chi ha pochi mezzi economici il sacrificio, personale e familiare, può essere grande. Proprio qui intervengono le borse di studio, ma… purtroppo non c’è armonizzazione fra i Cantoni: ciascuno fa per sé. Dunque vivere a Zurigo o a Bellinzona può essere discriminante per l’accesso a una formazione superiore, indipendentemente dal talento e dall’impegno. E questo non è giusto.

Per questo motivo il Partito Socialista invita a votare un convinto Sì all’iniziativa sulle borse di studio promossa dall’Unione svizzera delle universitarie e degli universitari.

Verso la metà di maggio distribuiremo Infovotazioni con l’argomentario completo, che sarà disponibile per le sezioni del PS che lo richiederanno e scaricabile in formato PDF dal nostro sito.