Prendi i soldi e licenzia

Full length boss dismissing someone.La Casram di Mezzovico licenzia un dipendente (residente!) perché non ha voluto accettare di lavorare gratis per 5 ore alla settimana. Licenzia dopo che le è stato suggerito da Swissmem, l’associazione di categoria. Licenzia dopo aver goduto dei sussidi dello Stato.

Lo scopo è chiaro: “Puniscine 1 per educarne 100”. L’occasione alla Casram per dare l’esempio l’ha fornita un dipendente che non ha accettato l’aumento orario da 40 a 45 ore alla settimana senza aumento di stipendio. Insomma, una persona che non voleva regalare 5 ore del proprio tempo al datore di lavoro. 5 ore che sarebbero state una violazione del contratto nazionale di lavoro. Risultato: se non mangi la minestra, salti la finestra. Anche se la minestra fa schifo.

Due circostanze aggravano l’episodio. Anzitutto i sussidi che la Casram ha ottenuto dallo Stato, cioè da tutti noi. E poi il ruolo giocato da Swissmem, l’associazione di categoria, che ha suggerito all’azienda propria la procedura di licenziamento.

Se non ci opponiamo adesso, con durezza, e se non facciamo sentire la nostra solidarietà alle vittime, queste rappresaglie otterranno lo scopo: intimidire chi lavora e rendere efficace il ricatto. Oggi uno, domani tutti.